Un nuovo colore per il tuo divano



Possedete un divano fantastico in vera pelle e dopo alcuni anni avete scelto di cambiare l’arredamento. Comperate e scegliete tutto e, alla fine, vi rendete conto che il colorante per la pelle del divano stona un pochino con il resto dell’ambiente. Può succedere e non è certo colpa vostra ma del fatto che un progetto lo si vede nella sua totalità solo alla fine.



Cosa fare a questo punto?

Chiaramente è da scartare a priori l’idea di vendere e cambiare il divano. Stiamo parlando di una cosa a cui vi siete affezionati voi e tutti i componenti della vostra famiglia, animali compresi. Quindi l’unica soluzione è quella di cambiargli colore usando una pittura per la pelle.

Che tipi di colori per pelle esistono?

Tantissimi. E si suddividono principalmente in due categorie: le vernici e le tinture. La differenza tra le due tipologie sta nella composizione e nel risultato che si vuole ottenere.

  • Le vernici colorano solo la superficie dando un risultato più accentuato permettendo un cambio cromatico più vario quale ad esempio una colorazione verde/blu su base scura. Le migliori sono a base acrilica resistenti all’acqua, elastiche e che non si sfaldano con il tempo mantenendo la colorazione a lungo.
  • Le tinture invece vengono assorbite dalla pelle e il risultato finale sarà dato dalla mescolanza dei due fattori, il colore originale e la tintura. Ideale per ritoccare o scurire. Sono a base alcool e più liquide delle vernici, possono essere usate per creare diversi stili ed effetti e, penetrando nella pelle stessa, la cromaticità risultante è più duratura delle vernici.

Come scegliere la vernice o la tintura

Premettendo che le tinture sono usate da più di cento anni (ricordate il western?) e sebbene possa sembrare complicato, parlando con un esperto di colorazioni abbiamo ottenuto alcuni interessanti consigli.

Per prima cosa ci tiene a sottolineare la base della teoria dei colori a livello industriale, esistono principalmente 3 ordini di colori contrapposti tra loro e sono: Rosso-Verde, Blu-Giallo, Bianco-Nero. Questo vuol dire che è più facile ottenere un risultato ottimale stando il più vicino possibile al colore originale. In questo caso quindi è meglio preferire le tinture dato che, penetrando nella pelle, risultano più vicine al colore di quest’ultima. Nel caso si voglia invece cambiare l’intera tonalità allora la scelta deve cadere necessariamente sulle vernici.

Se ne deduce quindi che si può fare praticamente tutto ciò che si desidera ma che, nel caso di cambiamenti molto diversi dal colore originale, occorrerà molto più tempo e fatica dato che bisognerà procedere a più colorazioni consecutive.

Sia che optiate per una tintura o una vernice, arriva prima o poi il momento di darsi da fare per cambiare il colore del vostro divano. Innanzitutto procurarsi la vernice o la tintura da uno specialista che possieda il know-how necessario ad assistervi in tutti i passaggi. In questo frangente vi consiglio verniceperpelle.it (www.verniceperpelle.it) dove troverete una gamma impressionante di tinture e vernici per pelle e tutti i prodotti per aiutarvi nella loro applicazione.

Il passo successivo sarà procurarsi alcuni materiali: nastro carta (per coprire le superfici non in pelle), carta abrasiva di piccola grana (consigliata grana 800) per preparare la superficie per un risultato migliore, pennello o spugnetta per applicare il colore, e tanta tanta pazienza.