Smaltimento legno: come farlo correttamente

smaltimento dei rifiuti speciali


Lo smaltimento del legno non consiste necessariamente nella sua distruzione vera e propria, ma si tratta di un insieme di passaggi che deve essere svolto in maniera attenta e precisa in modo che sia possibile poter ottenere non pochi vantaggi per quanto riguarda l’utilizzo dello stesso in altri ambiti.



Ecco come procedere per poterlo smaltire in modo corretto.

 

La fase di pulizia del legno

 

Come prima cosa il legno deve essere sottoposto a un processo di pulizia completa.

Questo significa semplicemente che il legno, una volta che deve essere smaltito, deve essere privato di tutte quelle parti che sono realizzate con materiali differenti rispetto allo stesso legno.

Ad esempio un bancale potrebbe essere costituito anche da parti in plastica o avere chiodi e per questo motivo è bene che il legno venga completamente privato da queste parti.

Una volta che si ottengono i rifiuti legnosi, questi devono essere consegnati all’ecocentro dove verranno svolti differenti passaggi.

 

La suddivisione e ulteriore pulizia dei diversi tipi di legno

 

Il legno, che potrebbe essere visto come materiale identico in tutte le sue caratteristiche, all’ecocentro viene sottoposto a un’analisi attenta che ha un triplice scopo.

Questi obiettivi che devono essere raggiunti sono:

  • suddivisione dei diversi tipi di legno;
  • controllo della presenza di ulteriori parti differenti dal materiale legnoso;
  • analisi del processo di smaltimento che deve essere effettuato.

Presso queste strutture, di conseguenza, il legno viene attentamente studiato proprio con lo scopo di scegliere la procedura successiva alla divisione che deve essere adottata.

I vari tipi di legno verranno quindi suddivisi in altri tre ulteriori gruppi, ovvero:

  • legno che deve essere riciclato;
  • legno che deve essere smaltito tramite procedura incendiaria;
  • legno che dovrà essere posto nella discarica.

Questi tre procedimenti consentono quindi di effettuare un corretto smaltimento dello stesso legno.

 

Come avviene lo smaltimento del legno

 

Nel caso del riciclo il legno viene prima ridotto a chips, ovvero a piccoli frammenti che permettono di identificare ulteriori residui di materiali non legnosi che dovranno essere rimossi.

Successivamente le chips vengono fatte essiccare e poi utilizzate in un nuovo processo di costruzione, dopo che queste vengono trattate affinché possano essere adoperate assieme al legno appena prodotto.

Nel caso di processo incendiario, il legno viene utilizzato come materiale da combustione per le centrali di termovalorizzazione, che permettono la produzione di calore ed energia elettrica.

Questo avviene quando il legno non può essere riciclato in alcun modo.

Infine vi è lo smaltimento in discarica, ovvero il legno viene lasciato a decomporsi completamente fino a che questo non si smaltisce in maniera naturale.

Tale procedimento, oggi, è altamente sconsigliato e quindi usato solo nel caso in cui il legno non dovesse avere un ottimo poter calorifico oppure non possa essere utilizzato, a causa della sua qualità e caratteristiche, in processi di riciclo.

 

FONTE: www.dgeco.it