Prestito per Vacanze in Puglia



Il prestito per vacanze è, come dice il nome stesso, un prestito finalizzato all’acquisto di un viaggio che serva come vacanza, quindi ad esclusione delle trasferte o dei trasferimenti per scopi professionali. Può essere richiesto per viaggiare sia in Italia che all’estero.



Una delle mete più ambite, per quello che riguarda il panorama Italiano di quest’anno è sicuramente la Puglia. Regione ricca di storia, di arte ma soprattutto di un mare splendido. Sono infatti tantissimi i turisti che ogni anno visitano le coste del Salento iniziando dalla provincia di Taranto e passando per Gallipoli, Santa Maria di Leuca per poi arrivare alla provincia di Brindisi sul Mar Adriatico. Per chi fosse interessato a visitare la Puglia consigliamo di visitare il portale Puglia-Turismo ( al seguente link http://www.puglia-turismo.it/ ).

Generalmente questi sono piccoli prestiti, l’importo erogabile per un prestito vacanze può arrivare fino a 5000 euro, anche se con i dovuti accordi preliminari la cifra presso alcuni operatori finanziari può alzarsi senza troppi vincoli.

Questa somma può essere spesa dal cliente per coprire sia le spese di viaggio, ma anche per eventuali extra o spese accessorie legate in qualche modo alla sua vacanza, come escursioni facoltative, acquisto di souvenir, cene o pranzi speciali e molto altro.

Possono richiedere il prestito per le vacanze tutti coloro che abbiano un reddito.

La cifra richiesta in prestito, una volta che questo viene concesso, verrà erogata attraverso un assegno circolare inviato tramite posta al domicilio dell’interessato o, se questi ha reso noto il numero del suo conto corrente, direttamente su quello, con un bonifico bancario.

Il prestito può essere emesso anche in soluzione unica, anche se di solito gli operatori finanziari preferiscono erogare un anticipo nei primi giorni (quasi immediatamente, dopo la ricezione della richiesta di prestito) e poi la restante somma. Il rimborso del prestito vacanze viene effettuato con rate mensili fisse e costanti nel tempo, la cui cifra viene decisa dal cliente stesso a seconda delle sue esigenze.

Considerato che questo finanziamento è di piccola entità, la sua estinzione generalmente non supera i 24 mesi, dalla data dell’erogazione della somma richiesta (anche qui, con le dovute eccezioni, qualche operatore può allungare il periodo di rimborso).

Prima di richiedere un prestito vacanze è sempre buona norma fare una buona raccolta di informazioni, anche online, purchè si possano confrontare agevolmente offerte e preventivi.

Succede spesso che gli istituti di credito diano come vincolo il dover esser già o diventare loro clienti anche con conti correnti o altri servizi finanziari, per poter accedere al prestito.

On line è possibile trovare anche i siti internet, con tutte le informazioni e i form da compilare per ottenere specifici dettagli, delle maggiori banche italiane, oltre che tutta una serie di società finanziare operanti su internet, che spesso sono davvero molto competitive, perché riescono a ridurre al minimo i costi legati all’erogazione del prestito e spesso addirittura di azzerare le spese di istruttoria.