Euroflora, a Genova l’eccellenza europea



Genova in fiore. Torna, fino al prossimo 6 maggio, la ormai tradizionale manifestazione internazionale Euroflora, la kermesse dedicata alle migliori produzioni dei fiori e delle piante ornamentali.



Genova si tinge di colori sgargianti

Due settimane dedicate agli addetti ai lavori e agli appassionati di giardinaggio, fiore e piante. A Genova torna anche quest’anno l’appuntamento con Euroflora, il salone internazionale dedicato ai fiori e alle piante ornamentali giunto alla sua XI edizione. Non solo colori, bellezza e profumi. L’esposizione è un momento perfetto per raccogliere idee utili per realizzare anche le proprie installazioni o le proprie serre e perché limitarsi a quelle floreali. Genova può offrire agli amanti del genere anche spunti utili per realizzare e organizzare le migliori serre per orticultura, sulle quali si sofferma un interessante articolo del portale Codiferro, riferimento per tutti gli manti di piante e giardini.

I numeri

Euroflora, esposizione che conta già undici edizioni, torna nello straordinario scenario dei Parchi Nervi: ben 86 mila metri quadrati e 5 chilometri di percorsi tra giardini e ville storiche affacciati sul mare per un’esperienza unica e immersiva. Un percorso che si snoda ripercorrendo le origini della manifestazione e sfocia nelle novità più rilevanti dello scenario internazionale. Dietro la manifestazione si cela un vero e proprio progetto, finalizzato a esaltare proprio la bellezza dei parchi storici, resi ancora più splendidi da nuove fioriture e scenografie vegetali che giocano con le forme ed i colori dei fiori e del fogliame. Le composizioni uniche e straordinarie prendono vita grazie a 500 mila fiori, che si uniscono in quattro grandi quadri chiamati a rappresentare gli elementi: acqua, aria, terra e fuoco.

Fioriture che rapiscono

Quattro i percorsi tra i quali i visitatori potranno scegliere e perdersi: : EUROFLORA esperienza visiva, EUROFLORA percorso di profumi, EUROFLORA esaltazione della natura, EUROFLORA danza di fiori e note musicali. “Le realizzazioni, si legge nella nota di presentazione dell’evento, a cura dei florovivaisti, dei paesaggisti e dei partner istituzionali – Comuni, Regioni, Paesi europei ed extraeuropei – in un tutt’uno con le grandi scenografie invaderanno i parchi creando uno spettacolare paesaggio fiorito con un fondale d’eccezione: il mare. Splendide saranno le fioriture del Roseto, suddiviso in aree che raggruppano le rose antiche, moderne, da concorso, prodotte dai principali ibridatori italiani e stranieri”. Il Museo dei Parchi, poi, è chiamato a ospitare le decorazioni floreali.

Universal design

Questa edizione si propone di non deludere proprio nessuno, tanta da essere progettata secondo i dettami dello universal design, senza barriere architettoniche. Una manifestazione inclusiva, aperta anche ai più piccoli che potranno divertirsi in un’ampia area giochi. Aperto, poi, anche il Mercato verde, do ve i visitatori potranno completare gli acquisti desiderati. Attenzione particolare anche all’alimentazione, coerente con il progetto e finalizzata alla valorizzazione dei prodotti e delle specialità del territorio con percorsi gastronomici differenziati – dallo street food al ristorante classico – e la presenza di chef di rango.

Eccellenza europea

Tra tutte le manifestazioni dedicate ai fiori in Europa, l’appuntamento di Genova si posiziona tra le più rilevanti. Sin dal 1996, anno della sua prima edizione, è stata riconosciuta dall’Association Internationale des Producteurs Horticoles, fa parte della Association of International Floralies.