Prestiti a Protestati con Cessione del Quinto

Vediamo quali sono le principali soluzioni da adottare nel caso in cui un soggetto privato protestato dovesse avere la necessità di richiedere un finanziamento.

Quando si è alla ricerca dei prestiti x protestati spesso si incontrano diversi ostacoli. Questi arrivano a causa della mancanza di fiducia che le banche nutrono nei confronti del protestato.

Il protestato infatti, per poter arrivare ad avere tale appellativo, non ha onorato un vecchio debito e quindi gli istituti di credito nutrono il timore che questa persona possa ripetere lo stesso errore.

Nella maggior parte dei casi infatti i prestiti per protestati vengono erogati quando i soggetti richiedenti hanno la possibilità di richiedere un finanziamento con la cessione del quinto. Tale tipo di linea di credito è però a disposizione solo dei lavoratori dipendenti e dei pensionati e comunque, anche questi soggetti possono avere delle limitazioni, talvolta anche importanti nel poter accedere alla cessione del quinto.

 

Cessione del quinto dello stipendio

Per esempio, il lavoratore dipendente dovrà avere una busta paga presso lo stesso datore di lavoro da almeno tre mesi. Il suo contratto di lavoro dovrà poi essere a tempo indeterminato. Alcune società finanziarie riescono a sorvolare quest’ultimo problema e concedere il finanziamento con cessione del quinto dello stipendio anche al lavoratore dipendente con un contratto di lavoro a tempo determinato. Vi è però una particolare condizione, il protestato dovrà terminare il pagamento del debito prima che il suo contratto di lavoro termini.

 

Cessione del quinto della pensione

Nel caso del pensionato protestato invece, la cessione del quinto della pensione potrà soddisfare le richieste della banca solo se l’età del soggetto richiedente non sarà troppo alta. Questo vuol dire che ciascun istituto di credito fissa un limite d’età e qualora il pensionato riuscisse a rientrare entro l’età indicata potrà richiedere il prestito personale con la cessione del quinto. Un’ulteriore limite per il pensionato è quello dell’importo percepito. Per Legge il pensionato non potrà pagare una rata se questa, una volta detratta dalla propria pensione, comporterà un percepimento del reddito netto inferiore ai 502€. Tale somma è infatti stata stabilità come minima indispensabile per poter avere accesso alle principali spese mensili.

 

Prestiti a Protestati senza cessione del quinto

Per tutte le persone che non possono richiedere un prestito con la cessione del quinto vi sono ulteriori alternative. La prima è quella del prestito con garante. In alternativa si potrà ricorrere ai prestiti cambializzati o se la somma di denaro da richiedere è di un piccolo importo si potrà procedere con la richiesta di un finanziamento tra privati o di un piccolo prestito tramite il credito su pegno.

I prestiti per protestati possono sembrare complessi da ottenere ma se si conoscono le varie alternative in base al proprio status economico e finanziario si potrà facilmente trovare un giusto compromesso che permetterà al protestato di poter ottenere il denaro che gli serve da una banca o da un istituto di credito.